Chienne de vie

Vita bastarda

Jules Carrin / Svizzera / 2018 / 20 min / Colore

Nella desolata campagna francese, i due eterni adolescenti Yannick e Lamiche trascorrono le loro giornate tra noia, birre e continue bravate. Lamiche, di dieci anni più vecchio, tormenta Yannick e lo trascina in scelte sbagliate. La loro amicizia si consuma in un crescendo di frustrazione e violenza, che coinvolge via via i pochi abitanti del piccolo paese, scatenando reazioni altrettanto estreme. Quando il rapporto fra i due sembrerà per sempre compromesso, per Lamiche si aprirà l’orizzonte di un futuro senza possibilità. Ritrovando uno dei protagonisti del suo precedente cortometraggio Premier amour, il regista prosegue nella narrazione partecipe, ma priva di retorica, di un paesaggio rurale degradato e ostile, in cui si muovono gli incerti destini di un gruppo di giovani. La sua macchina da presa mette a fuoco un contesto sociale agonizzante, in cui a pagare il prezzo più alto sono i rapporti umani, soffocati dalla dolorosa assenza di prospettive.

  • Jules Carrin

    Jules Carrin

    Jules Carrin è nato a Cahors, in Francia, nel 1988. Dopo aver fatto esperienza come assistente alla regia, assistente alla produzione e direttore di scena in diversi set parigini, nel 2017 si laurea in cinema alla HEAD Haute école d'art et de design di Ginevra. Il suo primo film, Premier amour (2018), è stato presentato al Film Festival della Lessinia.

Credits

Formato  HDSoggetto Jules CarrinSceneggiatura Jules CarrinFotografia Florian BeruttiSuono Benoit FreshMontaggio Pierre Schlesser Musica Mister DCEInterpreti Principali Nicolas Michot, Hugo BonnetProduzione Les Films du Causse

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e segui da vicino il Film Festival della Lessinia

Iscriviti