Il blog del Festival

  • IL MONDO AL FFDL

    Crescere con la montagna. Alexandre (Alexandre, fils de berger) ha dodici anni, ma ha nello sguardo e nella forza delle sue giovani braccia la determinazione e la consapevolezza di un pastore adulto. È quello che sogna, badando alle sue pecore nell’immensità del paesaggio alpino. Altri paesaggi, stessa grandiosità, sono quelli che fanno da sfondo ai dubbi di Lefa, Senate, Retabil e Mosaku (Coming of Age) davanti al loro futuro in montagna o verso l’incognita di andare e studiare in città. [continua a leggere]

  • Sguardi, colori, suoni.

    La musicalità della lingua farsi avvolge gli spettatori del Teatro Vittoria. Dall’Iran arriva uno dei film più intensi del concorso 2015 Dokhtar… Madar… Dokhtar… (Figlia… Madre… Figlia…) di Panahbarkhoda Rezaee. Resteranno nella mente e nel cuore quei profili neri di donne in chador, colonne nere che si stagliano sulla terra bruciata. La Persia, oggi Iran, Afghanistan, Pakistan, Siria, Turchia. Eloise Barbieri l’ha percorsa con Sui miei passi, viaggio nell’altro Afghanistan e ha vissuto nelle iurte dei nomadi afghani del Pamir, [continua a leggere]

  • Montagne spaccate

    Storie di montagne spaccate al Festival. Spaccate fuori e dentro, nel paesaggio e nelle persone. Il terremoto che ha devastato L’Aquila nel film di Emiliano Dante (Habitat. note personali) e quello che ha travolto il Nepal. «E noi abbiamo già dimenticato», racconta Fausto De Stefani mostrando le immagini terribili delle scosse e dei cadaveri. Montagne spaccatene nelle relazioni. L’incomunicabilità, il disagio, il conflitto segnano la sezione dei cortometraggi. Un’ovazione per Hvalfjörður (Il fiordo della balena) di Guðmundur Arnar Guðmundsson che [continua a leggere]

  • I volti del festival.

    I volti del festival. Persone e storie si incontrano al 21. Film Festival della Lessinia. Skule Eriksen, vincitore nel 2012 con Vinterlys, arriva dalla Norvegia nella giuria internazionale. Sandro Bonardi, tra gli spettatori, è un antropologo in visita al festival. Fraser Gee è il volontario del team che arriva da più lontano, pochi giorni fa ha volato da Sydney alla Lessinia. Michele Cirigliano dalla Svizzera racconta Padrone e sotto, il gioco delle sue terre d’origine in Basilicata, e dopo il [continua a leggere]

  • Parole alte

    Parole alte: gli incontri del Film Festival della Lessinia, ogni giorno alle ore 17.00 nella Sala Olimpica del Teatro Vittoria. Apre il programma domenica 23 agosto lo scrittore Enrico Camanni con la presentazione del suo Il fuoco e il gelo (Editori Laterza), la Grande Guerra sulle Alpi, con la partecipazione straordinaria del cantautore Massimo Bubola. Lunedì 24 agosto torna al Film Festival della Lessinia l’alpinista Fausto De Stefani per raccontare la tragedia dimenticata del terremoto in Nepal, con immagini e [continua a leggere]

  • Un'edizione vulcanica

    Un’edizione vulcanica. E non è soltanto un modo di dire, perché saranno i vulcani i protagonisti del XXI Film Festival della Lessinia che si aprirà a Bosco Chiesanuova sabato 22 agosto 2015. La rassegna cinematografica dedicata alla vita, storia e tradizioni in montagna, nel suo omaggio tematico annuale, dedica ai vulcani una ricca retrospettiva a partire dal film inaugurale del 22 agosto, il bellissimo Ixcanul – Vulcano dal Guatemala vincitore dell’Orso d’Argento alla Berlinale 2015. Sarà il primo dei 60 [continua a leggere]